TERRITORY/Storia - Cultura dell'abitare - RietiLAB

Vai ai contenuti

Menu principale:

LA VALLE REATINA TRA ARCHITETTURA E PAESAGGIO

Pubblicato da in TERRITORY/Storia ·
Un paesaggio ricco di relazioni Se ci si imbatte a sorvolare la conca reatina ciò che, più di ogni altra cosa colpisce il nostro occhio, è la fitta e articolata geometria dei campi, segni policromi delle diverse colture e delle molteplici proprietà. E’ il paesaggio della mezzadria che qui, come nella limitrofa Umbria, ha dominato la gestione del territorio, e ne ha determinato il paesaggio agrario dal medioevo fino alla metà del novecento.

RIETI E LE SUE RADICI CONTADINE.

Pubblicato da in TERRITORY/Storia ·
In tutto 160.000 anime, meno di un piccolo quartiere di Roma tanto per intenderci, con solo 4 dei 73 Comuni oltre i 5000 abitanti, tra cui il capoluogo che ne conta circa 48.000. Un territorio dunque non densamente popolato, con un eccessivo frazionamento amministrativo e molti Comuni più piccoli di un condominio in quanto a residenti (Marcetelli con i suoi 78 abitanti è il più piccolo della Provincia e della Regione), geograficamente suddiviso tra collina e montagna, con poche aree pianeggianti, dove l’utilizzo agricolo si è adattato alle diverse condizioni pedoclimatiche ed ha determinato un forte connubio tra comprensori, colture ed allevamenti.
Ultimo aggiornamento 11/02/2016
Cerca
Torna ai contenuti | Torna al menu